Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘legge regione emilia romagna sugli hobbisti’

                                                             F I R M A T E

PER L’ABOLIZIONE O LA REVISIONE DELLA LEGGE REGIONALE SUGLI HOBBISTI DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA.

                             LEGGE REGIONALE 24-MAGGIO 2013 N.4

“REGOLAMENTAZIONE DEL COMMERCIO SULLE AREE PUBBLICHE IN FORMA HOBBISTICA. MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 25- GIUGNO 1999 N.12 ( NORME PER LA DISCIPLINA DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN ATTUAZIONE DEL DECRETO LEGISLATIVO 31-MARZO 1998 N.114), ALLA LEGGE REGIONALE 28 APRILE 1984 N. 21 (DISCIPLINA DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE DI COMPETENZA REGIONALE 10 FEBBRAIO 2011 NM. 1 ( PRESENTAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA’ CONTRIBUTIVA DA PARTE DEGLI OPERATORI DEL COMMERCIO SULLE AREE PUBBLICHE)”

GLI HOBBISTI DEI MERCATINI DI ANTIQUARIATO E MODERNARIATO,I COLLEZIONISTI, GLI ARTISTI, I FREQUENTATORI DEI MERCATI, GLI ORGANIZZATORI, LE PROLOCO, GLI AMMINISTARTORI, I COMMERCIANTI DELLA RISTORAZIONE E DELL’ ANTIQUARIATO.

                                                    FANNO APPELLO

ALLA REGIONE EMILIA ROMAGNA E ALL’ASSESSORATO AL COMMERCIO PER L’ABOLIZIONE O LA PROFONDA REVISIONE DELLA LEGGE REGIONALE SUGLI HOBBISTI PER LE SEGUENTI MOTIVAZIONI:
1)la legge così come è formulata non incide solo su alcuni eccessi presenti in questa attività per regolamentarli ma finirà per sopprimere tutto anche se non immediatamente. Tutto ciò non avviene in nessuna altra regione d’Italia e in Europa.

2)che è in errore chi pensa che gli Hobbisti abbiano una volontà di fare concorrenza sleale o di fare evasione fiscale. La mancanza di una legge nazionale fiscale sulle piccole e minuscole attività marginali ha portato a questa contraddizione. Va inoltre considerato che la stragrande maggioranza queste persone sono pensionati al minimo sull’orlo della sopravvivenza.

3)che gli hobbisti non sono e non sarebbero mai in grado di fare una vera concorrenza a coloro che hanno la licenza, anzi, in molti casi, sono i loro migliori clienti essendo dei collezionisti.

4)che la scomparsa, immediata o procrastinata nel tempo, di manifestazioni quali i mercatini scambio finirà con danneggiare non solo gli altri operatori commerciali “dell’indotto” ma anche l’aspetto turistico e attrattivo dei nostri paesi, in molti casi condannandoli alla marginalità.

5) che, per quanto riguarda gli organizzatori, si troveranno a non poter più contare su cospicui introiti che sono stati , quasi sempre, reinvestiti nel sociale e culturale.

6)che una grande quantità di oggetti, che attualmente sono venduti e scambiati in questa manifestazioni andrebbero al macero. Il tutto in contraddizione della diffusione del riciclo come buona pratica.

GLI HOBBISTI CHIEDONO DI ESSERE INTERLOCUTORI PER UNA BUONA LEGGE.

 

Annunci

Read Full Post »